Nascita ed eventi storici del partito comunista e del partito socialista

Socialismo e Comunismo

www.socialismoecomunismo.com


Per socialismo rivoluzionario, e in particolare per quelle correnti che si rifanno al pensiero di Carlo Marx, lo stato socialista nasce invece da una rottura rivoluzionaria con il preesistente stato borghese.

Non importa che questa rivoluzione sia violenta o pacifica: quel che conta é che, comunque sia nato, lo stato socialista non solo non continua, ma é l’esatta negazione dello stato borghese, nel senso che completamente diversi, ed anzi opposti, sono i suoi fini. Per lo più il socialismo rivoluzionario considera la società socialista nient’altro che una fase di transizione verso il comunismo.

Il socialismo marxista parla a questo proposito di dittatura del proletariato: poiché ogni stato costituisce una dittatura delle classi dominanti sulle classi oppresse, l’espressione “dittatura del proletariato” sta a indicare semplicemente la gestione del potere statale da parte delle classi lavoratrici, ossia della maggioranza della popolazione.

In questo senso la “dittatura del proletariato” è l’unica forma possibile di democrazia “reale”, contrapposta alla democrazia puramente “formale” dei regimi borghesi. Lo scopo essenziale di uno stato socialista é quello di difendere il potere conquistato dai lavoratori contro i tentativi di riscossa delle forze capitalistiche: questo potere però deve essere utilizzato per costruire una nuova organizzazione della società, dove siano progressivamente eliminate tutte le differenze di classe.

Indietro - Avanti

Altre ricerche utili
Banditi
Nat Turner
Sacco e Vanzetti
Spartaco
Brigantaggio
Valle del Nilo
Eschimesi
Hanunoo
Cheyennes
Nambikwara
Socialismo
Comunismo
Tuaregh

Ricerche e informazioni per scuole di primo e secondo grado, università e laureandi.

© Copyright 2009 - 2015 Socialismo e Comunismo by TecnoWeb Service